200.000,00 euro di risarcimento riconosciuti, per la perdita del figlio della propria partner convivente, alla cosiddetta "madre sociale", che nel tempo era divenuta una seconda madre per il ragazzo (sentenza n. 315/2016 Tribunale di Reggio Emilia)