Il lavoratore ha il diritto di riprendere o registrare la conversazione con i colleghi a loro insaputa, a cui prende parte personalmente, se lo scopo è precostituire materiale difensivo a tutela della propria posizione in azienda in vista di un eventuale futuro procedimento giudiziario (sent. Cass. n. 11322 del 10/5/2018)

Non si può vietare agli alunni di consumare cibi diversi da quelli dell'impresa fornitrice del servizio di mensa scolastica. Tale servizio non può quindi essere reso obbligatorio dal Comune, prevedendo che i genitori che non lo accettino debbano prelevare i minori dalla scuola durante il tempo necessario alla refezione (TAR Napoli, sentenza n. 1566/2018)

La pubblicazione su un social network di fotografie del figlio minore da parte di un genitore, in caso di opposizione dell'altro, rappresenta violazione dell'art. 10 codice civile, degli artt. 4, 7, 8 e 145 del Codice Privacy e degli artt. 1 e 16 Convenzione New York 1989, sicchè il Tribunale, su richiesta del genitore interessato, può vietarla ed ordinare la rimozione delle immagini già postate (Trib. Mantova, sentenza 19/9/2017)

 

Rifiutarsi di seguire gli Agenti, sprovvisti di etilometro a bordo dell'auto di pattuglia, presso il più vicino Ufficio o Comando o presso il più vicino Ospedale, per l'effettuazione dell'esame alcoolimetrico non configura il reato previsto dall'art. 186 comma 7 del Codice della Strada, che punisce chi si rifiuta di sottoporsi all'esame (Cass. sentenza n. 40758 del 7/9/2017)

L'aver trasmesso un programma televisivo criptato, grazie ad un decoder, nel proprio locale (circolo autogestito) non si considera penalmente rilevante se manca il fine di lucro, come testimonia il fatto che i clienti presenti fossero pochi e non fosse previsto per loro un sovrapprezzo rispetto a quello ordinario delle consumazioni (bevande e simili) come invece da "prassi" -sentenza Trib. Bari n. 1413/2017